Rimborso Paypal – Come Fare

PayPal ha rappresentato una grande rivoluzione nel modo di gestire i propri soldi in rete, offrendo a privati e società la possibilità di inviare e ricevere denaro in maniera semplice e sicura. Un nuovo standard utilizzato soprattutto nell’ecommerce ma, proprio perché PayPal funge da tramite tra due soggetti, viene l’unico dubbio riguarda la procedura di contestazione e rimborso qualora l’acquisto sia stato effettuato appunto tramite carta o conto PayPal. Ecco come funziona.

In pratica PayPal mette a disposizione dei suoi clienti la possibilità di fare da tramite formale nei confronti del venditore, permettendo alle due parti di comunicare attraverso un sistema di messaggistica direttamente su PayPal. Dall’apertura della contestazione, l’acquirente e il venditore hanno 20 giorni per risolverla o convertirla in un Reclamo PayPal, e in tal caso, l’acquirente o il venditore chiedono a PayPal di esaminare la contestazione e deciderne l’esito, come se fosse un giudice. Una volta terminata la contestazione, non resta che attendere il verdetto di PayPal, che invierà una mail il prima possibile con l’esito.

Scendendo nei dettagli, la procedura di reclamo per il rimborso PayPal consta di 3 passaggi obbligati, che andiamo a vedere insieme
– Contestazione: è necessario prima di tutto mettersi in contatto proprio con il venditore in caso di problemi di qualsiasi entità. Il cliente avrà 45 giorni di tempo dal momento del pagamento per aprire una contestazione nel Centro soluzioni, messaggio che sarà recepito dal venditore, il quale a sua volta potrà far valere le sue ragioni. Nel caso in cui le due parti non riuscissero a trovare una soluzione, si dovrà procedere con la conversione della contestazione in un reclamo PayPal, entro 20 giorni solari dall’apertura della contestazione.
– Conversione della contestazione in reclamo: in pratica il cliente, inviando un reclamo a PayPal, chiederà alla stessa società di esaminare il problema e di deciderne l’esito. Il termine, come detto, è entro 20 giorni dall’apertura della contestazione, mentre bisognerà aspettare almeno 7 giorni per la spedizione prima di convertire una contestazione in reclamo PayPal per un oggetto non ricevuto. Una volta convertita la contestazione in un reclamo, PayPal avrà 30 giorni di tempo per esaminare la pratica e deciderne l’esito.
– Reclamo: nel termine dei 30 giorni PayPal procederà ad esaminare la richiesta di reclamo, anche se i tempi per la decisione finale, il rilascio di fondi e la chiusura della pratica possono essere notevolmente più lunghi. Cliente e venditore potranno visualizzare l’avanzamento del reclamo e rispondere alle richieste di informazioni nel Centro risoluzioni, ma alla fine sarà PayPal da giudice terzo e imparziale a comunicare l’esito della valutazione. Se l’esito prevede l’avvio della procedura di rimborso, l’acquirente che ha usato la carta di credito dovrà attendere alcuni giorni lavorativi (3-5 di solito) prima che l’accredito compaia nella lista movimenti della carta di credito, mentre chi ha utilizzato il credito nel saldo del conto Paypal riceverà l’accredito in 24 ore.

Molto interessante.